IL LIMONE TRA I RIMEDI DELLA NONNA.

Limoni

Il limone è un alberello alto da 3 a 10 metri, ne esistono molte varietà, non tollera il gelo ed ama i climi miti e poco umidi, le zone  poco ventilate e senza sbalzi termici. Viene coltivato generalmente, in grossi vasi che però da novembre a marzo vanno ricoverati in ambienti chiusi. Si riproduce principalmente per innesto, ma anche per talea o margotta, le malattie che colpiscono maggiormente la pianta sono la gommosi e la ruggine bianca, combattute con una miscela di rame e zolfo.

Nella scorza del limone sono contenuti: olio essenziale a base di limonene e citralecumarine e flavonoidi; mentre nel succo sono presenti: acidi citrico e malicocitrati di calcio e potassiosali minerali e oligoelementi (ferrofosforomanganeserame), zuccherivitamine A,C,B1,B2,B3,e P.

In cucina viene utilizzato come decorazione, per evitare che mele e carciofi tagliati anneriscano, per fare biscotti, marmellate, insalate, salse, macedonie, piatti di carne e pesce. E’ preferibile utilizzarlo dopo la cottura perché alcune vitamine con il calore vengono distrutte, sono termolabili.

Le proprietà del limone sono veramente tantissime e degne di nota è: antianemicoantireumatico, antiscorbuticoantitossicoastringentebattericidacicatrizzantedepurativodigestivofebbrifugofluidificante del sangueipotensivostimolantevermifugo e  vitaminizzante.

Mescolando  il succo di 2 limoni ad un litro d’acqua si può ottenere una pratica tisana mentre, mettendo 15g di scorza di limone non trattato in 50ml di alcol  a 70 gradi, lasciando macerare il tutto per 7 giorni, filtrando poi,  conservandolo in una  bottiglietta scura in luogo fresco e buio si può ottenere una comoda tintura.

E’ molto utile per riprendersi nei periodi di convalescenza, per curare l’acne e per combattere l’obesità ed i vermi intestinali; riduce l’alitosi e l’asma bronchiale, la tintura può essere applicata su calliverruche e punture d’insetti.

Una tazzina di caffé con l’aggiunta di succo di limone fresco può risolvere l’emicrania cosi come un batuffolo di cotone imbevuto si succo di limone arresta l’emorragie nasali. Una tazza di tisana fredda più volte al giorno abbassa la febbre, ingerire il succo negli alimenti aiuta la gastrite e la risoluzione delle malattie infettive.

Succo di limone mescolato con un poco di glicerina ed applicata sulla parte risolve i geloni, il mal di gola si può combattere con gargarismi di succo di limone più volte al giorno, un sostitutivo dell’antico rimedio delle spennellature con acido acetilsalicilico utilizzato per eliminare le placche dalla gola.

Può essere inoltre utile per le otiti, il raffreddore, le nevralgie, la litiasi urinaria, il singhiozzo, il vomito e le stomatiti.

Il limone, proprio per le sue preziose proprietà trova inoltre, applicazioni molteplici in ambito cosmetico: bagni rilassanti con olio essenziale di limone aiutano a combattere cellulite smagliature, rende splendenti i capelli, sbianca i denti e rinforza le gengive, rinforza le unghie fragili, purifica e rende luminosa la pelle del viso.

Detto ciò è chiaro che il limone può essere considerato  sicuramente uno strumento formidabile, un alleato per la nostra salute ed un “amico” in  casa,  ironicamente avremmo fatto prima a spiegare quando non deve essere utilizzato piuttosto che il contrario, per  questo, qualora fossimo sprovvisti, non ci resta che andare a fare scorta di limoni!

 

di Lauretta Franchini

Written By
More from l82

COME PREVENIRE LA GENGIVITE.

La gengivite, non è altro che l’infiammazione e gonfiore delle gengive provocati dalla placca...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *