PREVENZIONE: QUANDO SI PARLA DI CUORE MASSIMA ALLERTA!

Le malattie cardiovascolari possono essere suddivise nei seguenti gruppi:

le malformazioni congenite: tra queste le insufficienze valvolari, o l’inserimento anomalo dei grossi vasi, sono le più gravi. Alcune sono benigne e richiedono soltanto un’attenta sorveglianza, altre possono essere letali e necessitano di un tempestivo intervento chirurgico;

– le anomalie valvolari acquisite, tra cui le temibili complicazioni del reumatismo articolare acuto;

– le anomalie dell’irrorazione sanguigna del cuore attraverso le arterie coronariche, responsabili dell’angina pectoris e dell’infarto del miocardio;

– i disturbi del ritmo cardiaco, dovuti a un cattivo funzionamento degli impulsi elettrici o a complicazioni di altre malattie cardiache;

– le insufficienze cardiache, quando una o entrambe le parti del cuore non hanno la potenza sufficiente per assicurare una normale circolazione;

– l’aumento o la diminuzione della pressione arteriosa, le cui cause possono essere molteplici;

– le infezioni del muscolo cardiaco non dovute ad un difetto d’irrorazione, come ad esempio le miocardipatie.

Le malattie cardiache possono produrre una grande varietà di sintomi molto diversi, che aiutano il medico a formulare la diagnosi. Tra le più frequenti affezioni del cuore troviamo i soffi, dolori toracici, alterazioni del polso e del battito, palpitazioni. Altri sintomi sono la cianosi (colorazione bluastra delle labbra, delle orecchie e delle unghie), gli edemi o gonfiori con ritenzione di liquido nei tessuti sottocutanei degli arti inferiori, la dilatazione delle vene superficiali, soprattutto del collo e del fegato.

 

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *