IL POTERE AFRODISIACO DELLA SENAPE.

I Romani accostavano la senape a ogni  tipo di cibo, grazie ai supposti poteri afrodisiaci della pianta, la ritenevano un prezioso ingrediente peri filtri d’amore.

In Russia vi era un tempo l’uso di cospargere di senape i calzini di lana per tenere lontani i raffreddori.

Questa pianta, nota da migliaia di anni, è stata usata fin dall’antichità per diversi scopi.

Il nome di mostarda attribuitole in Francia e in Inghilterra, deriva dal latino mustum ardens  e cioè mosto ardente, perché un tempo i semi di senape macinati  venivano mescolati con il mosto d’uva.

Nell’Europa medievale la senape era la sola spezia che il popolo potesse permettersi per insaporire i patti monotoni e insipidi, ma quando le spezie esotiche si diffusero in Europa  a prezzi accessibili, la senape non fu più così popolare popolarità.

Trova largo impiego in cucina, possiede particolari proprietà: aromatizzantidigestivelassative ed è considerata in genere un ottimo stimolante.

Per uso casalingo si consiglia l’utilizzo della senape bianca mentre, la senape nera che è più efficace va utilizzata sotto il diretto controllo del medico.

Può essere utilizzata per pediluvi aggiungendo la polvere in un litro d’acqua, se aggiunta al vino e lasciata macerare per una settimana, poi filtrata, si ottiene un ottimo vino medicinale  utile per le curare le vertigini.

Applicazioni locali a base di senape possono curare: artriti, reumatismigottanevralgie ed altro ma occorre fare molta attenzione perché i “senapismi” o cataplasmi di senape,  possono irritare la pelle questo perché, la polvere di senape ha un forte potere urticante.

 

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *