PERCHE’ LA SINUSITE VA CURATA?

La sinusite è un’infiammazione delle mucose che rivestono i seni paranasali, provocata da un’infezione batterica o virale. Fra i diversi seni paranasali (cavità ripiene di aria posto intorno al naso), quelli che più facilmente  vengono colpiti sono i seni frontali (posti sulla fronte, subito sopra gli occhi) ed i seni mascellari (posti nelle ossa mascellari, ai lati del naso).

La mucosa della cavità nasale continua in quella che riveste i seni, ed i microrganismi che causano la sinusite si diffondono dal naso ai seni. Ciò accade generalmente quando un comune raffreddore, che è un’infezione virale, si complica per una successiva infezione batterica.

Dopo pochi giorni di un raffreddore, quando ci si aspetterebbe di stare meglio, si ha un peggioramento dell’ostruzione nasale  e un aumento dello scolo mucoso verdastro.

In seguito,  poiché le vie di comunicazione tra il naso ed i seni possono anch’esse ostruirsi, lo scolo può cessare ed il naso diventa ancora più chiuso, con ristagno di liquido infetto nella cavità nasali.

Si  rende necessario respirare con la bocca, la voce diviene nasale e si prova una sensazione di malessere generale. Se sono interessati i seni frontali, il sintomo maggiore è costituito da cefalea sopra uno o entrambi gli occhi, il momento in cui il dolore è più intenso è al mattino quando ci si sveglia. La superficie subito sopra gli occhi diventa dolente e si può scatenare una fitta dolorosa quando si piega la testa.

La sinuosi te è molto comune, ma la predisposizione varia enormemente, alcune persone non la prendono mai, altri possono contrarla ogni volta che hanno un brutto raffreddore, altri ancora possono esserne colpiti semplicemente tuffandosi nell’acqua senza stringere il naso.

Un danno alle ossa del naso, o anche un corpo estraneo finito in una narice, possono  fare insorgere un attacco. Malformazioni come la deviazione del setto nasale possono fare aumentare la predisposizione. Se la sinusite viene trattata con antibiotici i rischi per la salute sono minimi ma, prima che questi fossero scoperti, talvolta l’infezione si diffondeva, attraverso le mucose dei seni, alle ossa del cranio determinando  una seria arterite temporale o al cervello (meningite batterica).  In conclusione, in presenza di sinusite, con muco denso giallo-verdastro, sintomo di infiammazione, è consigliato  un ciclo di antibiotici specifici,  per accelerare la guarigione e scongiurare il rischio si complicazioni rare, ma serie.

 

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *