IL PEPERONCINO AIUTA A PREVENIRE LA FORMAZIONE DI COAGULI NEL SANGUE ED ABBASSA IL LIVELLO DEL COLESTEROLO.

I principi attivi del peperoncino del sono: le vitamine C e B, un composto fenolico detto capsaicina, carotenoidi, saponine, flavonoidi ed olio volatile.
Utilizzato nelle giuste dosi, il peperoncino stimola e regola la digestione favorendo la secrezione dei succhi gastrici è inoltre utilizzato per curare disturbi collegati al rallentamento della circolazione sanguigna.
Se applicato per uso esterno, provoca sulla pelle una sensazione di calore causata dalla stimolazione delle terminazioni nervose a cui segue un maggiore afflusso di sangue nella zona trattata. Questa suo proprietà lo rende indicato nel trattamento di reumatismi, lombaggini e geloni.
Importanti studi hanno dimostrato che il consumo di peperoncino riduce la tendenza alla formazione di coaguli nel sangue e abbassa il livello di colesterolo. E’ inoltre un tonico, riscaldante e rinvigorente.
La pianta del peperoncino, appartiene alla famiglia delle Solanacee, ne esistono molte varietà di forma, colore e dimensione. Originari dell’America Centrale e Meridionale vi furono coltivati per migliaia di anni prima della conquista spagnola che portò poi alla diffusione del peperoncino nel resto del mondo conosciuto.
Esistono: peperoncini messicani, spagnoli, peperoncino di Caienna, peperoncino Habanero, Lombok e Bird’s eye.
In cucina viene utilizzato per numerosi piatti tradizionali e condimenti, sia intero che sbriciolato, ma per sfruttarne al meglio i suoi benefici è meglio aggiungerlo in polvere a fine cottura. Può essere consumato in polvere, in compresse, in crema, tintura ed infuso.

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *