LA PITTURA DI ROGIER VAN DER WEYDEN.

La pittura luminosa del pittore fiammingo Rogier Van Der Weyden è senza ombra di dubbio l’epressione che meglio caratterizza i colori utilizzati da questo artista. La pittura fiamminga è un arte colorata per eccellenza ma in questo caso il colore si connota della massima luminosità, diviene brillante, ed il risultato è eccezionale ed unico. L’apprezzamento per l’arte luminosa e sentimentale di Rogier van der Weyden  passa necessariamente attraverso opere di grande impegno iconografico come il “Giudizio finale dell’Hotel – Dieu di Beaune”, in Borgogna, con i suoi nove affollati pannelli (1444-48)  o la “Deposizione dalla Croce “ del Museo del Prado (1440).

Ma l’orizzonte europeo della sua arte si coglie da alcuni importanti particolari. Innanzi tutto il suo impegno per lo studiolo di Belfiore, presso la corte estense: uno degli episodi di più raffinato umanesimo artistico, promosso dallo stesso Guarino Veronese.

Il soggiorno italiano di Rogier, oltre a creare importanti rapporti tra ambienti figurativi padani e fiamminghi. Molti furono gli elogi all’artista, non stupisce a questo punto la meritata fame di un’superabile ritrattista che accompagnò la felice carriera del pittore fiammingo.

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *