L’OSTEOPATIA E LA SUA NATURALITA’.

L’osteopatia è una terapia naturale. La radice “osteo” deriva dal greco  ostéon che significa osso. Questa terapia è basata sull’anatomia e la fisiologia del corpo umano  e  si fonda su tre principi: il corpo umano possiede una capacità di autoguarigione che può essere stimolata, il corpo è un’entità dotata di uno stretto legame tra la sua struttura ed il suo funzionamento; il corpo funziona correttamente se  non ci sono difetti nella sua struttura. L’osteopatia  sostiene che tutti gli organi del corpo umano, in particolare il fegato, i reni e la milza, possono essere influenzati da blocchi delle diverse parti della colonna vertebrale.

Se, per esempio, abbiamo mal di schiena, l’osteopatia ne cerca l’origine verificando la mobilità delle vertebre alla ricerca di un blocco che impedisce al corpo di funzionare correttamente. Il ruolo dell’osteopata è quello di individuare questo blocco e di ristabilire l’equilibrio del corpo. L’osteopatia attribuisce grande importanza ai sintomi e cerca, a partire da questi, di scoprire la causa del male. Non sono però i sintomi che devono essere curati, bensì le loro cause. L’osteopatia si è rivelata un metodo efficace nella cura dei dolori di schiena, dei dolori cervicali e di altri disturbi legati all’apparato motorio. Reumatismi articolari, infiammazioni dei nervi e traumi conseguenti ad attività sportive possono essere curati con l’osteopatia. Anche numerosi disturbi funzionali di natura osteopatica possono essere felicemente trattati con questo metodo. 

Mentre il chiropratico interviene soltanto sulla colonna vertebrale, l’osteopata agisce sull’insieme dello scheletro e delle articolazioni. Se le vertebre dorso-lombari restano la zona privilegiata, il cranio, il collo e il bacino sono anch’essi oggetto di manipolazioni, insieme ai nervi, ai muscoli, ai legamenti e agli organi addominali. L’osteopatia è talvolta integrata con trattamenti a base di erbe. Ogni seduta inizia con un’indagine sulle malattie precedenti, gli incidenti, le cadute, le condizioni di vita. Queste informazioni forniscono all’osteopata una immagine globale del paziente.

L’osteopata procede poi ad un esame medico generale. Osserva come il paziente si siede, come cammina e come sta in piedi. Poi, con le mani, cerca in varie zone del corpo punti di tensione, di blocco e atteggiamenti compensativi. Il trattamento consiste nell’eliminazione di queste tensioni e nel ripristino dell’equilibrio attraverso manipolazioni fatte con movimenti lenti e dolci nei punti dove le tensioni sono più forti. L’osteopata può anche utilizzare il metodo dell‘energia muscolare, che comporta l’intervento sistematico su tutte le articolazioni del corpo, insistendo soprattutto sulla schiena. La terapia varia da un paziente all’altro e può anche essere associata ad altre cure a seconda dei disturbi. E’ un metodo dolce e rilassante ed è più delicata della chiroterapia. A volte però i cambiamenti che si producono nel corpo possono essere inizialmente sgradevoli. Una seduta dura un ora ma il numero delle sedute può variare a seconda dei soggetti da trattare. Dipende dalla gravità e dalla persistenza dei disturbi e dall’età e dallo stato di salute del paziente.

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *