LE VERRUCHE: COME ELIMINARLE?

Le verruche sono una patologie molto diffusa. Esistono varie forme di verruche, il più delle volte si tratta di verruche volgari, escrescenze grandi come una capocchia di spillo o un pisello sullo strato superficiale della pelle. Questo tipo di verruca compare generalmente sul palmo della mani o sulle dita.

Le verruche possono spuntare anche sulla pianta dei piedi ed in questo caso si tratta di verruche plantari. Queste escrescenze crescono in genere verso l’interno, a causa della pressione esercitata camminando e passo, dopo passo, possono diventare molto dolorose.

Le verruche sono molto frequenti nei bambini attorno ai 10 anni e possono scomparire spontaneamente dopo qualche anno. Le verruche senili compaiono a partire dai 50 anni e si sviluppano con l’età. Sono più pigmentate e in genere raggruppate sul petto, sulla schiena e sulla faccia. Queste danno l’impressione di essere soltanto posate sulla pelle, infatti spesso i bordi non sono aderenti.

Le verruche sono causate da un virus che si sviluppa nelle cellule cornee della pelle. Questo virus si trasmette soprattutto camminando sui pavimenti contaminati sia di piscine, che di docce pubbliche e palestre. Glia ambienti pubblici che frequentiamo, per quanto possano sembrare ed essere puliti, in realtà trattandosi di virus invisibili ad occhio nudo,  devono sempre far insorgere dubbi di contagio che possono essere risolti soltanto con le dovute precauzioni ed i dovuti accorgimenti.

QUALI GLI ACCORGIMENTI DA PRENDERE? Si raccomanda di consultare il medico quando le verruche non scompaiono spontaneamente nel giro di 6-12 mesi o se arrecano fastidio. Una verruca è facilmente riconoscibile. Il medico verifica tuttavia che questa escrescenza non nasconda un neo o altra formazione maligna della pelle. Successivamente se la verruca resiste all’applicazione locale di pomate specifiche, deve essere eliminate ricorrendo a uno di questi metodi: crioterapia; asportazione chirurgica in anestesia locale, elettrocoagulazione; laserterapia.

Queste formazioni, non presentano alcun pericolo ma possono essere antiestetiche. Se poi sono localizzate sulla pianta del piede, provocano fastidio o dolore quanto la persona cammina o sta semplicemente in piedi.

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *