GLI ANTIBIOTICI: COME AGISCONO?

Un antibiotico è un farmaco in grado di debellare i batteri responsabili delle infezioni. Gli antibiotici si distinguono dagli antisettici, sostanze solubili che agiscono per contatto fisico e chimico. Gli antibiotici non sono efficaci contro le infezioni virali, anche se vengono spesso prescritti in questi casi per evitare infezioni batteriche. A tutt’oggi non esistono sostanze antivirali dotate di efficacia assoluta. Esistono vari tipi di antibiotici e ognuno di essi può venire somministrato per vie diverse.

A seconda dei casi si utilizzano: iniezioni o perfusioni endovenose: iniezioni intramuscolari; capsule, compresse o sciroppi somministrati per via orale; pomate, ovuli ginecologici, lozioni o soluzioni per uso locale. Si distinguono due tipi di antibiotici: i batteriostatici, che impediscono la riproduzione dei batteri, modalità d’azione che richiede un certo tempo; i battericidi, che distruggono i batteri attaccandosi alla loro membrana o alla capsula. Numerosi batteri hanno sviluppato una resistenza agli antibiotici. Recentemente alcuni di essi sono ridivenuti efficaci grazie all’aggiunta di un’altra sostanza che neutralizza le difese dei batteri contro gli antibiotici.

L’efficacia di questo importante farmaco dipende da due fattori: la sensibilità del germe, testata in laboratorio attraverso un antibiogramma effettuato su una coltura batterica; la concentrazione minima, al disotto della quale la riproduzione dei batteri è più veloce della loro distruzione e determina una setticemia.

E’ altresì necessario che il farmaco si concentri nelle sedi dell’infezione e non nelle regioni sane dell’organismo per questo il medico prescrive un determinato tipo di antibiotico adatto a combattere quel tipo di infezione, in quella determinata sede piuttosto che un altro tipo non indicato. L’uso non deve infatti essere inappropriato o esagerato perché anziché guarire si rischia di arrecare il danno all’organismo intero o ad organi specifici. E’ per questo che alcune sostanze sono particolarmente efficaci contro le infezioni delle vie biliari, poiché vengono eliminate attraverso la bile, in cui si concentrano. Altre, eliminate preferenzialmente con le urine, sono più indicate nelle infezioni delle vie urinarie. Altre ancora, infine, sono eliminate attraverso varie vie.

Gli antibiotici sono suddivisi in grandi famiglie o gruppi a seconda delle loro proprietà chimiche e terapeutiche. Le principali sostanze commercializzate sono: le betalattamine, divise in penicilline e cefalosporine; i macrolidi, tra i quali il più comune è l’eritromicina; i chinoloni ed i loro derivati efficaci nelle infezioni delle vie urinarie e dell’apparato digerente; le tetracicline, uno dei primi gruppi scoperti e tuttora tra i più efficaci. Esistono inoltre altri gruppi , quali i nitrofurani, i sulfamidici e gli aminoglicosidi.

Gli antibiotici possono scatenare reazioni allergiche, che si manifestano con disturbi digestivi, eruzioni cutanee, edemi o stati di shock. L’assunzione prolungata può distruggere la flora intestinale con conseguente proliferazione di funghi o altri germi. Non bisogna mai assumere antibiotici senza prescrizione medica. Alla fine del trattamento sciroppi e compresse se scaduti vanno gettati perché questi farmaci si alterano rapidamente e diventano tossici. Segnalare al medico curante tutte le eventuali reazioni allergiche con shock anafilattico prodotte dagli antibiotici assunti in modo che possa prenderne nota e considerarlo per il futuro. Mai prendere antibiotici in concomitanza con altri farmaci senza aver previamente avvertito il vostro medico. Alcuni antibiotici sono infatti incompatibili tra loro o con altri farmaci. In caso di gravidanza non si devono mai assumere antibiotici senza alcuna prescrizione medica.

di Lauretta Franchini

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *