LE ALLERGIE E LE REAZIONI ALLERGICHE.

Allergie.

LE ALLERGIE comprendono un elevato numero di disturbi provocati da ipersensibilità a sostanze assorbite per via digerente o inalate o a contatto con la pelle. Tale ipersensibilità è il risultato di una risposta abnorme da parte del sistema immunitario dell’organismo. IL sistema immunitario ha la funzione di proteggere dalle infezioni da batteri o da virus, a tale scopo produce anticorpi che uccidono o neutralizzano gli invasori.

Nelle persone affette da allergie sembra che accada questo e cioè che gli anticorpi combattano battaglie sbagliate, entrando in azione contro sostanze o allergeni normalmente innocue. La forma che un’allergia può prendere dipende dal tipo di anticorpi e dalla parte del corpo in cui si scatena la battaglia tra anticorpi ed allergene. Nelle allergie alimentari ad esempio, la sostanza scatenante può provocare sintomi a carico dell’intestino (come nel morbo celiaco) o può essere assorbita nel circolo sanguigno e così entrare in conflitto con anticorpi fabbricati nel sangue causando ad esempio un mal di testa o nella cute causando un‘eruzione cutanea.

Nel tipo di rinite allergica comunemente noto come febbre da fieno, il soggetto inala particelle di polline presenti nell’aria e la reazione si scatena nella mucosa nasale. Nell’asma, polvere o pollini inalati provocano una reazione nei bronchi. Nella reazione allergica, le cellule del sistema immunitario producono sostanze chimiche irritanti, quali l’istamina, che sono alla base della sintomatologia  della crisi allergica: , eccessiva secrezione di muco, arrossamenti, prurito, chiazze, orticarie, gonfiori della pelle (edemi).

CHI È PREDISPOSTO ALLE ALLERGIE?

Alcuni sono colpiti da una o più forme allergiche durante l’infanzia e se le trascinano appresso per tutta la vita, anche se molti, con la crescita, si liberano dell’asma o dell’eczema. Altri contraggono, a un’età qualsiasi, un’allergia e reagiscono o no, a seconda dell’allergene che l’ha provocata. La tendenza alle allergie sembra familiare, ma non vi è modo per stabilire a priori la predisposizione di un individuo. I soggetti colpiti di solito hanno più di una forma allergica: asma ed eczema, ad esempio spesso si presentano insieme.

Quanto al trattamento delle allergie, in teoria il metodo più sicuro è l’assoluta non esposizione all’allergene, ma questo può realizzarsi solo in certi casi, ad esempio se uno è allergico ai frutti di mare, o alla penicillina. Più spesso accade che l’allergene sia difficile da individuare o che sia impossibile evitarlo. I pollini ad esempio o gli impalpabili frammenti del pelo di certi animali sono difficili da evitare. Identificato l’allergene, talora è possibile intervenire desensibilizzando il paziente con una serie di iniezioni che abituano l’organismo a tollerare dosi crescenti della sostanza che aveva provocato l’allergia. Ma le principali armi nel moderno trattamento delle allergie sono i vaccini ed alcuni farmaci che riducono o contrastano la reazione allergica.

di Lauretta Franchini

 

 

More from Lauretta franchini

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE – LAURETTAFRANCHINI.IT

VENDITA SPAZI PER PUBBLICITÀ ON LINE.  Molto spesso, ci è capitato di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *